La creatività è molto importante nella vita. Ti rende diverso. Se sei creativo, sperimenti modi diversi per fare le cose. E naturalmente fai un mucchio di errori. Ma se hai il coraggio di insistere nonostante gli sbagli, troverai la risposta che cerchi… nella risoluzione creativa di problemi un errore è un esperimento dal quale imparare, un’informazione preziosa che ci indica che cosa potremmo tentare la prossima volta.

(Daniel Goleman “Lo spirito creativo”)

31 marzo 2012

Mi è scappato il viaggio a New York!

Cari followers, non sono sparita, sono stata solo molto indaffarata con i preparativi del viaggio premio vinto qualche mese fa con il concorso su internet indetto da "Kenzo Parfums"....destinazione NEW YORK!!!! 

Sono appena rientrata dopo cinque giorni favolosi trascorsi girovagando per Manhattan insieme a mia sorella e alle mie cugine, Juliana e Stella (italo-americane), due fantastiche guide, nonchè due ragazze eccezionali!!!!
Il concorso era questo: bisognava creare una tag per pubblicizzare il nuovo nato nella famiglia Kenzo, che si chiama appunto "Flowertag". Lo scopo era di farsi votare per rientrare tra i primi 20, poichè solo tra questi la giuria tecnica di Kenzo avrebbe scelto la tag migliore...

...indovinate chi ha vinto?

Ecco la mia creazione, arrivata prima tra i primi venti!

L'ho realizzata in un caldo pomeriggio di fine agosto...a colpi di mouse (posso dire che anche questa tag è totally handmade) e poi ho iniziato a tartassare per tre mesi tutti i miei amici e gli amici degli amici perchè mi votassero per mantenere la mia creazione alta in classifica !
Grazie a tutti voi!!!
La comunicazione della vincita è arrivata a fine ottobre, da parte di Silvia Foschi, responsabile delle Public Relations per Kenzo Parfums Italia, una ragazza simpaticissima, molto paziente e davvero competente che in poco tempo mi ha organizzato un viaggio coi fiocchi!! 

All'arrivo all'aeroporto JFK di New York  le persone comuni avevano, ad attenderle, un uomo qualunque munito di un misero foglio di carta con su scritto il cognome...noi abbiamo trovato un elegante autista con tanto di IPAD con sopra il nostro cognome, che, con una Town car (per farvi capire, è quella che viene subito dopo la Limousine, mica pizza e fichi!!!), ci ha accompagnate al 237 di Madison Avenue, sede dell'Hotel Morgans, in pieno centro di Manhattan!!!
Guardate cosa potevamo ammirare dalla finestra della nostra suite (si, avete letto bene, avevamo una suite meravigliosa!!!)

E' l'Empire State Building che era ad un tiro di schioppo dal nostro hotel!!!!

Non mi dilungo troppo nelle descrizioni, ma posso dirvi che sono stati 5 giorni "adrenalinici"!!! Abbiamo girato tutta Manhattan a piedi (le mie bolle ai piedi lo possono testimoniare)!
- La sera di giovedì, appena arrivate, siamo state invitate a cena dai nostri parenti di New York (Michael, Rosa, Juliana e Stella) in un ristorante messicano davvero pittoresco, il Dos Caminos! Vi dico solo che abbiamo mangiato benissimo ....e piccantissimo!!! Tra una salsa Guacamole appena fatta, una "Carne parillada", i tacos , il tutto annaffiato da degli ottimi Margarita, la prima serata nella Grande Mela è trascorsa davvero piacevolmente!
- Venerdì siamo partite dalla Midtown e siamo scese a Sud (a Downtown) attraversando i quartieri di Greenwich Village (davvero molto caratteristico con le sue case di mattoni rossi e i balconcini adornati con vasi di fiori variopinti), di Soho, di Tribeca (altri due quartieri molto eclettici), fino ad arrivare al Financial District con Ground Zero, dove stanno costruendo la Freedom Tower e la Liberty Tower al posto delle Torri Gemelle, Wall Street, con il suo Toro accerchiato da mille policemen e da transenne (!), la Statua della Libertà ed il Ponte di Brooklyn. Una sosta in hotel per rinfrescarci e poi di corsa a cena dai nostri parenti dove mamma Rosa ci ha fatto gustare le sue prelibatezze. Rosa, se mi stai leggendo: "Complimenti, sei una cuoca sopraffina!!!!!". Il tempo di farci risate in compagnia e il "tension headache" (<--termine coniato dalla mitica Concetta) che mi era venuto nel pomeriggio (e volevo pure vedere! Avevo camminato ininterrottamente per 2 giorni) è sparito miracolosamente!!!
- Sabato invece l'abbiamo dedicato alla zona Nord di Manhattan: partendo dalla stazione ferroviaria di Grand Central (set di film famosissimi...tanto per dirvene uno, "Gli intoccabili") abbiamo percorso tutta la Fifth Avenue fino a Central Park, o meglio fino all'ingresso sud di Central Park, dove abbiamo assistito ad uno spettacolo organizzato da un gruppo di breakers bravissimi, un giro all'Apple Store più grande del mondo, un paio di foto con i soldatini all'entrata di Fao Schwartz e poi abbiamo raggiunto Juliana e Stella per dedicarci, nel pomeriggio allo shopping più sfrenato (in realtà ogni momento era buono per fare un po' di sano shopping e, vi posso assicurare, che lì conviene acquistare moooolti capi d'abbigliamento, piuttosto che gioielli tecnologici, per questi ultimi il risparmio è minimo, considerando la tassa comunale applicata nei negozi).
Anyway, dopo esserci caricate di buste e pacchettini siamo tornate in hotel, il tempo di riposarci un po' e ripartire per Times Square (ma prima era d'obbligo una visita al tempio dello shopping: MACY'S!!!).
Come recita lo slogan, "Macy's is the world's largest store"...e infatti non siamo riuscite a visitarlo tutto e ci siamo dirette a Times Square: qui tra un Batman di colore, un Elmo, una Minnie e due policemen che si mettevano in posa per farsi scattare le foto, il tempo è volato guardando esterrefatte le mille luci concentrate in quella piazza, la gente più varia e gli innumerevoli negozi aperti ancora alle 11:00 di sera. Lì è racchiuso il cuore di New York, secondo me.
Peccato che subito dopo sia iniziato un mega acquazzone che ci ha costrette a ritornare malvolentieri in albergo (ormai i  miei piedi urlavano vendetta, ma non li ho ascoltati!!!).
- Domenica siamo state invitate al battesimo di Jillian Rose, la figlia di un'altra nostra cugina, Theresa. C'è stato un bel ricevimento e ho potuto conoscere il resto della famiglia, ma soprattutto ammirare la bravura e la disinvoltura di Michael come ballerino!!!
 Il tempo è davvero volato tra una risata con Giulia, Matteo e Concetta e un assolo di chitarra di Antonio accompagnato alla batteria da Anthony... in un batter d'occhio è subito arrivata la sera (di quasimodiana memoria... :D) l'ora migliore per salire sul Top of The Rock e ammirare New York by night, uno spettacolo mozzafiato!!! La città si estende a perdita d'occhio e da lassù quasi non si sentono i rumori del traffico e della gente, ma solo un leggero venticello che passa tra i capelli (e per fortuna non anche nella laringe, se no a quest'ora avrei un bel mal di gola!!!)

- Infine lunedì mattina, dopo aver preparato i bagagli, un taxi ci ha accompagnate fino a Central Park, stavolta però l'abbiamo visitato al suo interno, ammirando oltre alla sua vastità anche i vari animali che lo popolano: ovviamente il premio per "l'animaletto più tenero" va allo scoiattolo mangianocelle che, se ti limitavi a fotografarlo ti snobbava alla grande, salvo poi farsi corrompere con una nocciola e lasciarsi fotografare in mille pose buffe
(qui sta, appunto, spellando una nocciola). 
La giornata è stata ventosissima per cui abbiamo deciso di rifugiarci nel Museo di Storia Naturale, dove ci attendevano mammuth, dinosauri, serpenti e riproduzioni di ambienti naturali, dalla Savana, alla foresta Amazzonica, dall'Asia all'Egitto, fino agli abissi, insomma un viaggio intorno al mondo concentrato in 4 piani di un edificio tutto bianco.
Alle 21:30 un aereo ci ha riportate in Italia, dove siamo arrivate la mattina del giorno dopo (vi lascio immaginare lo spettacolo della Grande Mela, di sera, dall'alto!!!)

Per concludere, New York è una città favolosa, meglio di come l'avevo immaginata, vivace, sempre in movimento, dove ti stupisci anche solo a guardare un fiore su un albero (soprattutto se da lontano ti sembra un fiore di pesco e da vicino, invece, è grande quanto un'orchidea!) (non ho ancora scoperto che specie di fiore è, comunque!), è davvero "La città che non dorme mai"!!!<---anche io ho dormito poco e infatti sto scaricando tutta la stanchezza in questi giorni! :)))

Se potete, andate a visitarla, ne vale davvero la pena!!!
Per tutto questo devo dire grazie a Kenzo, che, premiando la mia tag, mi ha dato la possibilità di visitare "la Grande Mela" e ...di darle un morso!!! 
E grazie soprattutto a Silvia Foschi, che ha organizzato tutto per me alla perfezione!!!

3 commenti:

Ilaria ha detto...

Dio mio beata teeeeeeeeeeee!!!!complimenti x il tag che hai creato....ma ci fai vedere qualche foto in +??baci Ilaria

Marzia ha detto...

Caspita, che bella occasione!!!
Mi è piaciuto molto il tuo racconto e tramite le tue parole si percepisce tutto l'entusiasmo e il brio di un viaggio appena terminato. :)

Bentornata! :)

Sbriciola ha detto...

Grazie ragazze!! Appena riordino le foto scattate con la fotocamera le pubblico su Flickr! Queste sono state fatte con l'iphone :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...